martedì 31 dicembre 2019

Romagna in trasformazione

Si conclude questo 2019 con un importante compendio di storia locale, il libro Romagna in trasformazione cui ho preso parte con un saggio sulla carta stampata a Forlì dal 1919 al 1932. 
Il grosso volume, dalla lunga gestazione, è la prosecuzione di un altro tomo a cura sempre di Giovanni Tassani per Grafikamente. 

venerdì 27 dicembre 2019

Ninna Nanna...

Apollo Edizioni ha proposto un concorso che ha dato luce all'antologia per bambini e per ragazzi intitolata "Ninna Nanna... ti racconto una favola". Ho deciso di partecipare con un raccontino scritto per l'occasione l'8 novembre 219, dal titolo Il geco Maurizio. Così, tra le pagine 246 e 247 si legge la storia del piccolo animaletto che trova una bestiola bizzarra con cui conversare. L'antologia, nel suo complesso, si presenta bene e ha un costo ragionevole: buono anche il servizio di correzione prima della pubblicazione (cosa ormai rara in esperienze editoriali simili). Il volume è di tanto in tanto illustrato, seppur in modo eterogeneo. Una delle poche pecche che mi sento di segnalare è la scritta "AA. VV." in copertina, superflua, in quanto è palese che si tratti di un'antologia di autori vari. Per il resto, è un volume curatissimo e consigliato per piccoli e meno piccoli. 

lunedì 16 dicembre 2019

Racconti a tavola 2019

Anche quest'anno prendo parte al concorso che dà luogo all'antologia Racconti a tavola a cura di Stefano Andrini per Historica Edizioni. Nel terzo volume della raccolta, ecco il mio La cucina di Giambazzone che, nonostante un vistoso refuso nelle prime righe, si colloca tra le pagine 73 e 75. Il breve racconto, scritto per l'occasione il 7 luglio 2019, descrive la figura di Giambazzone, personaggio da commedia dell'arte, tutto forlivese: cosa va a raccontare al Circolo Roverella? Se siete curiosi, sapete dove trovarlo. L'antologia è introdotta da scritti di Duilio Pizzocchi, Marco Vallicelli, Giorgio Comaschi e altri, in riferimento anche alla mostra Cibo di Steve McCurry allestita a Forlì.  

venerdì 8 novembre 2019

Esecranda 2018

Anche se sta per finire il 2019, è stata recentemente pubblicata Esecranda 2018, selezione di venti racconti orrorifici con altrettante illustrazioni a cura di Lellinux. L'antologia, opera del Circolo Culturale Esescifi di Mario e Antonio Colombo, ha incluso un mio racconto completato il 31 luglio 2018: Crostacea, una vicenda legata al mare che mi è venuta in mente dopo una giornata in spiaggia qualche giorno prima. Si legge tra le pagine 156 e 162; è una vicenda legata a singolari fenomeni sulla battigia, sotto lo sguardo di una ragazza misteriosa. Il volume è ben fatto, e reca in fondo (cosa ormai piuttosto rara, dunque preziosa) una breve biografia degli autori. 

martedì 27 agosto 2019

Musa dell'abisso

Lo scrittore Enrico Teodorani mi ha coinvolto in questa nuova antologia per i tipi di Edizioni Scudo. S'intitola "Musa dell'abisso" e s'ispira al mondo letterario di Francesca Paolucci. Ho aderito con piacere all'iniziativa proponendo due brevi racconti (tra le pagine 31 e 38) scritti per l'occasione: Melata di bosco ed Etna. La prima storia, del 9 dicembre 2018, narra di fatti spiacevoli e imprevisti legati a un vasetto di miele, nella seconda, del 10 dicembre 2018, si legge di una donna a due dimensioni. Il volume, assai curato, è arricchito da belle illustrazioni.

mercoledì 14 agosto 2019

Il Candore della Speranza

Sempre per MonteGrappa Edizioni ho preso parte a "Il Candore della Speranza", un'antologia di 150 pagine e cinquanta autori. Il mio racconto, scritto nella notte tra il 15 e il 16 maggio 2019, è intitolato Alluvione e prende spunto da fatti realmente accaduti (solo lo sfondo, ovviamente, e qualche particolare). Si narra di un sorprendente sgombero di una casa in seguito a un'alluvione, un lavoro fisico che poi si svelerà spirituale. Lo si può sfogliare tra le pagine 42 e 44. 

martedì 13 agosto 2019

Siamo uomini o caporali!

Un grande mistero: perché continuo a scrivere questi raccontini? Difficile smettere, e così ho proposto In una conchiglia per il XXXII concorso "Les Cahiers du Troskij Cafè", antologia proposta da Montegrappa Editore col titolo "Siamo uomini o caporali!". Ora, non capisco il motivo del punto esclamativo né l'attinenza col tema sotteso (la maturità). Il mio racconto, scritto per l'occasione il 26 maggio 2019, è tra le pagine 36 e 38. Si può considerare la prosecuzione - nello stile - del racconto proposto per il quaderno precedente, ovvero si parte dall'opposto. Un ragazzo scapestrato diventa adulto raggiungendo un'isola di cui aveva solo sentito parlare spiando una conversazione tra insegnanti.