mercoledì 24 settembre 2014

Su "Poeti nella Società" (n.66)

Non è una notizia freschissima, ma fa sempre piacere essere citati!
Incollo qui qualcosa che mi riguarda tratto dalla rivista
"Poeti nella Società" numero 66
Settembre-Ottobre 2014 (Redattore capo: Pasquale Francischetti).

lunedì 22 settembre 2014

Expo a Forlì

A novant'anni dalla morte del cugino Tito Pasqui (e a novant'anni, dunque, dalla donazione alla Biblioteca dei suoi preziosi documenti), il Comune di Forlì si appresta ad allestire una mostra in suo onore, collegandola all'Expo di Milano e intitolandola "Eurovisioni".

Riporto dal sito:

http://www.cittadarte.emilia-romagna.it/eventi/forli-cesena/eurovisioni-tito-pasqui-un-forlivese-alle-grandi-esposizioni-1889-1906#

Tito Pasqui, personalità di grande spessore politico, professionale e istituzionale, titolare di importanti incarichi di rilevanza internazionale.
Attraverso documenti e materiali dei Fondi Antichi e delle Raccolte della Biblitoeca Comunale “A. Saffi” si esplora la curiosità di un periferico che vive le città e l’atmosfera attrattiva delle grandi Esposizioni.

Dove? A Forlì, presso i Musei San Domenico.
Quando? Dal 10 ottobre 2014 al 6 gennaio 2015.






Ricordo che al riguardo avevo collaborato, per l'editrice Cartacanta (2011), al volume "Achille Cantoni e gli altri" con un saggio, appunto, sul cugino Tito Pasqui (1846-1925) per la collana "Protagonisti dell'Unità d'Italia".  





"Continueremo a seguire questo percorso, legando a questa mostra, nel prossimo autunno, una testimonianza tratta dal nostro patrimonio, che ci consentirà di connettere il filone forlivese all’expo milanese del 2015. Si tratta di un fondo archivistico e documentario di un testimone d’eccezione, Tito Pasqui, tecnico, politico e intellettuale forlivese, inviato dalle amministrazioni locali, a cavallo del secolo, ad osservare le esposizioni universali in giro per l’Europa. Il frutto delle sue osservazioni e degli oggetti anche minimi – dalle piante ai menu, dai biglietti dei tram alle occasioni mondane – da lui raccolti e conservati con la tipica mania del collezionista, ci restituiscono in pieno la vivacità e il “progressismo” naturale di questo mondo, di questo gusto, di questo contesto. Le proporremo ai nostri cittadini, perché gl’itinerari culturali non debbono essere occasioni isolate, ma opportunità per comparazioni, rilanci, riscoperte."
 
(Dal discorso dell'allora sindaco Roberto Balzani in occasione della presentazione della mostra dedicata al Liberty, 31 gennaio 2014).
 
 
Altro materiale al riguardo, qui:

 
http://www.archiviostorico.info/libri-e-riviste/4634-achille-cantoni-e-gli-altri

Che parentela ho con Tito Pasqui? Essendo il suo ramo estinto, discendo dal fratello di suo padre Gaetano, Giovanni (1802-1893). Lo stipite comune è Fabrizio Pasqui (1768 o 1771-1833); tra me e questo Fabrizio ci sono otto generazioni.

mercoledì 17 settembre 2014

Da Forlì 24ore

http://www.forli24ore.it/news/forli/0036503-nadiani-e-pasqui-secondo-appuntamento-dei-venerdi-deditore

15 settembre 2014 Forlì Agenda Cultura Eventi

Nadiani e Pasqui per il secondo appuntamento dei venerdì d'editore

L'uomo della Birra di Umberto Pasqui aprirà il doppio appuntamento di Librincorso
FORLI' - Nuovo venerdì d’editore e di autore a LibrinCorso, sempre in corso Diaz, sempre negli open space di Carta Canta Editore.

Il secondo appuntamento  della rassegna si terrà venerdì 19 settembre 2014 e il numero due sembra il filo conduttore del prossimo incontro: sono infatti due le iniziative inserite in programma.
Tutto prenderà il via alle 18.00 con la presentazione del volume "L'uomo della birra" di Umberto Pasqui, che ripercorrerà le orme di un altro Pasqui, Gaetano, a cui va il merito di aver coltivato per primo in Italia il luppolo selvatico.

Insieme a lui “Un per 100”, associazione di birrai forlivesi che, con materie prime e attrezzature, mostreranno come si fa la birra artigianale.

domenica 14 settembre 2014

sabato 13 settembre 2014

Secolo

Ecco che un progetto segretissimo di un libro
a più mani per ricordare i cent'anni dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale
 sta prendendo piede.  
Il mio saggio si occupa della stampa forlivese tra il 1900 e il 1920.
Ulteriori e definitivi sviluppi saranno comunicati prima di Natale.
Intanto leggo la bozza
alla ricerca di inevitabili refusi.
La parte che ho scritto io supera le venti pagine.

mercoledì 3 settembre 2014

Luppolo selvatico


"In questo terreno negli anni precedenti si coltivò il Luppolo, pianta aromatica importante della quale da molti anni primo introdussi nell'Emilia la coltura, che ottenne premio distinto alla Esposizione Nazionale di Firenze del 1861 e alla... Mostra universale di Londra del 1862, ove il mio luppolo fu trovato ricco di luppolina come quello di Germania, del quale ora si fa tanta importazione in Italia, mentre dovremmo esonerarci da questo tributo che paghiamo agli stranieri, perocché il luppolo prospero vegeta e dà ottimi ricolti anche nella nostra regione”. (Gaetano Pasqui, 1871)

Ecco a cosa si riferiva. Sulle rive del fiume Montone, a Villafranca di Forlì, il luppolo selvatico abbonda.

Se ancora non avete comprato "L'uomo della birra", è anche su ebay:
http://www.ebay.it/sch/sis.html?_nkw=L%20UOMO%20DELLA%20BIRRA%20LINCREDIBILE%20STORIA%20DELLA%20PIU%20ANTICA%20BI%20Umberto%20Pasqui&_itemId=131196144651
 



lunedì 1 settembre 2014

Più di seimila

Nella notte tra il 31 agosto e il 1 settembre il contatore delle presenze su codeste paginette ha superato quota 6.000.
Non so se è tanto, non so se è poco, comunque grazie a tutti quelli che sono passati di qui.
 
U.P.